Guarire

«Signore, io non sono degno che tu entri sotto il mio tetto, ma di’ soltanto una parola e il mio servo sarà guarito».

Dio non rimane ammirato dalla devozione o dalla perfezione o dall’erudizione. È stupito dalla fede di un pagano che, cosciente della sua indegnità, chiede almeno uno sguardo di tenerezza.

Questo è il Dio che viene.

E io, Signore, da cosa devo essere liberato oggi? Non sono degno e tu continui a cercare la mia amicizia.