La cresima nella nostra parrocchia

Ogni anno, nel giorno concordato con il Vescovo, nella nostra comunità si celebra il sacramento della cresima, che normalmente si riceve nel primo anno di scuola superiore. È necessario che il candidato compia un cammino di preparazione adeguato di catechesi e di vita cristiana.

I genitori consegnano al parroco la seguente lettera di richiesta della cresima per i propri figli.

Coloro che desiderano ricevere la cresima, avendo superato i 15 anni di età, possono rivolgersi al parroco per programmare un opportuno itinerario di preparazione.

Qualora ci fosse il desiderio di vivere il cammino di preparazione o di celebrare la cresima in un’altra parrocchia, è necessario il nulla osta del parroco.

In occasione della celebrazione dei sacramenti alcuni fedeli sono soliti fare un’offerta. È bene ricordare che non si tratta di alcuna “tariffa”, ma della partecipazione alle spese per la vita della comunità. Non vi è alcun obbligo.

I padrini e le madrine

Il cresimando sia assistito per quanto è possibile dal padrino o dalla madrina (possibilmente uno di coloro che sono stati padrini o madrine del battesimo), il cui compito è provvedere che il cresimato si comporti come vero testimone di Cristo e adempia fedelmente gli obblighi inerenti allo stesso sacramento. Qualora non ci fosse nessun padrino o madrina, il cresimando può essere accompagnato da un genitore.

Perché si possa essere ammessi all’incarico di padrino o madrina, è necessario (cfr. can. 874):

  1. essere designato dallo stesso cresimando o dai suoi genitori o da chi ne fa le veci oppure, mancando questi, dal parroco;
  2. aver compiuto i sedici anni;
  3. essere cattolico e praticante, aver già ricevuto la confermazione e il sacramento dell’Eucaristia, e condurre una vita conforme alla fede e all’incarico che si assume;
  4. non essere irretito da alcuna pena canonica legittimamente inflitta o dichiarata (non essere convivente di fatto o sposato soltanto civilmente o aver procurato divorzio o appartenere ad organizzazioni o associazioni condannate dalla Chiesa);
  5. non essere il padre o la madre del cresimando.

I padrini e le madrine che appartengono a questa parrocchia devono presentare una dichiarazione di idoneità al parroco. (Scarica il modulo per la dichiarazione di Idoneità padrini in parrocchia).
I padrini e le madrine che provengono da un’altra parrocchia devono presentare il certificato di idoneità, rilasciato dal proprio parroco.